Un pesce d'aprile molto gradito ai professionisti, una legge seria per la riforma della professione intellettuale tecnica. Leggiamolo insieme - PROFESSIONE - Federazione Nazionale Architetti Ingegneri Liberi Professionisti FNAILP

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Un pesce d'aprile molto gradito ai professionisti, una legge seria per la riforma della professione intellettuale tecnica. Leggiamolo insieme

Pubblicato da Pasquale GIUGLIANO in PROFESSIONE · 1/4/2016 08:26:00
Tags: riformadellaprofessionediarchitettoingegnereegeometra
Senato: approvata legge di riforma sulle professioni tecniche

In breve le novità:
Ripristino delle tariffe inderogabili.
Il governo entro 6 mesi dalla data di pubblicazione in garzetta ufficiale deve emanare il nuovo tariffario per ingegneri, architetti e geometri.
Sono previste sanzioni disciplinari e tributarie ai professionisti che non emettano fatture congrue con le tariffe.

Prevista la salvaguardia dei compensi dei professionisti :
gli enti competenti, in sede di istruttoria, controllano, tra gli altri documenti, la fattura quietanzata del professionista, in mancanza qualunque pratica (cil, cila, dia, sica, pdc, accatastamento, frazionamento, trasmissione ape, relazione strutture ultimate, collaudo, fine lavori etc.) viene respinta.

Il certificato di agibilità non può essere rilasciato ove alla domanda non siano allegate le fatture quietanziate relative le prestazioni professionali dei professionisti che hanno progettato, diretto e collaudato la struttura.

Ma le novità non finiscono qui, finalmente vengono suddivise le competenze.

\nProfessionisti non laureati (geometri periti) hanno competenze esclusive su catasto e su pratiche minori che non comportino progettazione architettonica, termica né strutturale.
\nPer i professionisti laureati (architetti, ingegneri) le competenze vanno così suddivise : la progettazione architettonica e strutturale così come la direzione dei lavori e il coordinamento della sicurezza resta agli ingegneri e agli architetti.\n
Il calcolo energetico degli edifici e le APE resta di esclusiva competenza dei soli professionisti, architetti e ingegneri, che abbiano superato l'esame di "fisica tecnica ed impianti" o similare. Tutti gli altri perdono competenza.
Gli impianti industriali e la progettazione strutturale nell'ambito industriale è di esclusiva competenza degli ingegneri.\n
Gli edifici soggetti a vincolo o siti in aree soggette a vincolo paesaggistico e monumentale sono di esclusiva competenza degli architetti. Gli ingegneri possono redigere solo il calcolo delle strutture.

-Gli Ordini e i Consigli Nazionali sono composti esclusivamente da liberi professionisti

-L'accesso alla professione di architetto e ingegnere prevede tirocinio di 2 anni da svolgersi essenzialmente presso un professionista con esperienza di almeno 10 anni.

-Vengono abrogate, con procedimento retroattivo, le lauree acquisite mendiate cd “convenzione”

-La professione è riservata ai soli liberi professionisti: non potranno più esercitare la libera professione i dipendenti statali full time, né i titolari o dipendenti di impresa.

-E’ meglio normata l’incompatibilità e il conflitto di interessi nello svolgimento della professione tra costruttore e professionista. Il libero professionista è terzo rispetto a chi costruisce o soggetto facente parte di una delle fasi della costruzione. Il professionista che appone la sua firma non può essere assunto con rapporto continuativo di lavoro (cd false partita iva).

-Gli incarichi “sotto soglia” e gli incarichi CTU vengono assegnati non più in maniera discrezionale ma esclusivamente secondo il principio della rotazione e non discriminazione, attingendo alle liste libere di iscrizione per categoria di specializzazione.

-Viene deresponsabilizzata la figura del professionista tecnico in ogni ambito della sua attività e cancellate le sanzioni previste per il coordinatore della sicurezza nei cantieri. Il professionista, in ogni caso, ha obbligo di mezzi non di risultati, come previsto dal combinato disposto del codice civile. Tranne nel caso di errore grave e madornale (da dimostrare) e/o di mala fede, il professionista non è più responsabile ove il risultato delle lavorazioni fosse non gradito al committente.

Venerdì primo pesce. d’aprile 2016 



1 commento
Voto medio: 5.0/5
Manuel
2016-09-29 10:47:33
CHIARAMENTE E' UN PESCE D'APRILE... PECCATO!? GRANDE PASQUALE

Torna ai contenuti | Torna al menu