Fare il CTU o avere incarichi fiduciari, come si fa ad entrare nella "fiducia" di chi dispensa lavoro pubbico? saranno veri liberi professionisti e saranno preparati questi professionisti ? o.... - PROFESSIONE - Federazione Nazionale Architetti Ingegneri Liberi Professionisti FNAILP

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Fare il CTU o avere incarichi fiduciari, come si fa ad entrare nella "fiducia" di chi dispensa lavoro pubbico? saranno veri liberi professionisti e saranno preparati questi professionisti ? o....

Pubblicato da Pasquale GIUGLIANO in PROFESSIONE · 12/4/2016 08:21:00
Tags: incarichictuincarichifiduziari
Sulla pagina della federazione, un nostro collega fa questa osservazione :

"Chiedo ai colleghi architetti e ingegneri.
È tutto normale e lecito che le CTU vengano affidate sempre agli stessi tecnici senza Il rispetto del principio di rotazione dell'elenco dei CTU iscritti presso i vari tribunali?
È possibile che sempre agli stessi tecnici vengano affidati in media 3/4 Ctu al mese con media di parcella di 2300 € a ctu, mentre gli sfigati o meglio i colleghi che non rientrano nel cerchio magico al massimo tocca una ctu ogni tra ed anni e per giunta ctu rifiutate perché troppo impegnative."

È una domanda che certamente molti di noi si son posti più volte, una domanda che anche FNAILP si è storicamente posta e da cui trae origine la proposta, contenuta nei punti di petizione per la riforma della professione intellettuale tecnica, che qui brevemente riportiamo :

gli incarichi cosiddetti "sotto soglia" e gli incarichi CTU devono essere affidati esclusivamente attraverso un meccanismo rotativo e di non discriminazione.
I professionisti si iscrivono alle liste pubbliche differenziate per categoria di laurea, specializzazione, e competenza, dopodiché automaticamente vengono chiamati a svolgere gli incarichi.

Oggi come avviene?
Chi sono i "bravi" professionisti cui vengono assegnati gli incarichi "fiduciari" e le perizie CTU?

Mi è capitato di imbattermi in CTU che, da ingeneri, non sapevano della differenza tra trasmittanza e conducibilità termica,(non aveva fatto l'esame di fisica tecnica ed impianti, si giustifico' informalmente con me il CTU) che non sapevano che necessariamente sulla "testa" di ogni pilastro passa una trave non un travetto del solaio, che non sapevano della differenza tra rendimento medio stagionale e il rendimento di combustione di una caldaia etc. etc.

Questi professionisti "fiduciari" finiscono per influenzare in maniera determinante il giudizio del giudice, contribuendo alla diffusione di una giustizia sbagliata e paradossalmente ingiusta.

Ma quali sono le "doti" per entrare a far parte della cerchia dei "fiduciari"?

A voi le eloquenti osservazioni..



Nessun commento

Torna ai contenuti | Torna al menu